T E L E C A S A M I A

 

Riprese VIDEO & FOTO su LIMINA Ieri e Oggi

 

B E N V E N U T I

In Prima Pagina

AUGURI di una BUONA E SANTA PASQUA 2014 leggi quì

ULTIME NOTIZIE FLASH

ANGOLO FOTO - VIDEO & NOTIZIE

 

 

 

S.Teresa, pagella informatica per i dipendenti analfabeti?

Quanti tra i dipendenti comunali di Santa Teresa di Riva sono “analfabeti informatici”? Se lo chiede il sindaco Cateno De Luca che ha scritto ai quattro direttori d’ area invitandoli a monitorare “il grado di conoscenza effettiva delle procedure informatiche e telematiche in ordine ai software utilizzati in funzione delle responsabilità e dei procedimenti amministrativi loro attribuiti” dei dipendenti di categoria B, C e D e dei responsabili dei servizi in vista della eventuale organizzazione di corsi di alfabetizzazione informatica o di aggiornamento. In verità il sindaco una risposta se l’è già data: “Può essere che ancora ci sono impiegati comunale che non sanno usare il computer ? Purtroppo e' così! Ma è possibile che ci sono responsabili di uffici e servizi comunali che non sanno usare il computer ? Confermo che è così! Dicono che in alcuni uffici del comune il responsabile del servizio dettano ... E gli altri colleghi scrivono !!!! La leggenda non è infondata” scrive DeLuca sulla sua pagina face book. Nella lettera ai capi area, invece, li invita a fornire anche un giudizio sul livello di preparazione informatica dei singoli dipendenti comunali: insufficiente, medio o buono. “Ciò al fine di organizzare dei corsi di alfabetizzazione o di aggiornamento del personale in materia dato che il codice dell’amministrazione digitale impone che gli adempimenti burocratici affidati ai vari responsabili, siano trattati attraverso l’utilizzo di procedure informatiche”. Insomma pagelle informatiche per tutti. Più che sulla "alfabetizzazione informatica" bisognerebbe puntare sulla "alfabetizzazione" tout court. Troppi scrivono con un italiano approssimativo. Dipendenti, dirigenti, ... amministratori. E giornalisti. Il contratto nazionale di lavoro prevede una indennità specifica per coloro che trascorrono molte ore davanti al computer per motivi di lavoro. fonte: Gazzetta Jonica

_____________________________________________________________________________________________

Corsi di perfezionamento alla scuola primaria di S.Alessio

S.Teresa di Riva - Giorno ventisei marzo si è concluso il progetto PON “C’era una volta…” all’interno del Programma Operativo Nazionale 2007/2013 “Competenze per lo sviluppo”,Obiettivo 1, finalizzato al potenziamento/consolidamento dei contenuti disciplinari in ambito della lingua madre, mediante un programma di facilitazione dell’apprendimento. I ragazzi sono stati seguiti dal docente esperto prof.ssa Eleonora Beccaria e coordinati dal tutor prof.ssa Cettina Lenzo, il tutto sotto le direttive del Dirigente Scolastico prof.ssa Enza Interdonato. Il corso è stato svolto nell’Istituto Comprensivo di Santa Teresa di Riva, nello specifico presso la scuola primaria di Sant’Alessio Siculo, per un totale di 50 ore. L’intervento,che ha avuto quali destinatari gli alunni delle classi IV e V, è stato articolato in diverse fasi operative che hanno tenuto conto delle esigenze e delle capacità dei corsisti al fine di promuovere l’acquisizione e il consolidamento di contenuti disciplinari attraverso l’apprendimento cooperativo. Costante è stata la presenza degli alunni,vivo l’interesse e notevole l’entusiasmo. All’incontro finale sono stati presenti i genitori degli alunni che hanno collaborato all’organizzazione di un buffet di dolci svoltosi dopo aver proiettato un video dei lavori svolti durante il corso. Presenti all’incontro il Sindaco prof.ssa Rosanna Fichera, l’Assessore all’istruzione dott.ssa Antonella Papa, alle quali viene rivolto un particolare ringraziamento per aver agevolato le richieste e i servizi al fine di garantire incontri di qualità ai nostri ragazzi. Presenti,inoltre,le maestre Antonella Ucchino, Melina Cacciola e Natala Lo Cascio che con il loro supporto hanno collaborato alla buona riuscita del progetto e con il loro sostegno hanno facilitato l’intero percorso svolto con gli alunni. fonte: Gazzetta Jonica

_____________________________________________________________________________________________

Quadro di San Pio donato dagli amministratori alla chiesa di Scifì

FORZA D'AGRO' - Nel loro recente pellegrinaggio nei luoghi in cui è vissuto San Pio da Pietrelcina, gli anziani e gli amministratori al loro seguito, hanno voluto acquistare un pregevole quadro raffigurante il santo di San Giovanni Rotondo, per farne dono alla parrocchia della frazione Scifì. La cerimonia per la consegna della sacra effige si è svolta domenica scorsa in occasione della celebrazione delle Palme. Le consorti dell’assessore Chillemi e del vice sindaco Cacopardo l’hanno consegnata al parroco don Giuseppe D’Agostino che dopo averla benedetta l’ha fatta collocare vicino all’altare. La comunità di Scifì è stata da sempre devota a San Pio e l’occasione del pellegrinaggio degli anziani in Puglia è stata una occasione per rinsaldare questo vincolo con un acquisto dettato dal riconoscimento di una fede autentica. fonte: Gazzetta Jonica

_____________________________________________________________________________________________

Tassa sull'ombra a S.Teresa, interviene il coordinatore Dr

SANTA TERESA DI RIVA - il vice coordinatore provinciale DRS Giammarco lombardo parlando esclusivamente a nome del gruppo DR di Santa Teresa di riva, interviene sulla Tassa sull'ombra, il canone per l'occupazione delle aree pubbliche rischiesto dal comune di Santa Teresa di Riva anche per le tende da sole, e chiede "al Signor Sindaco De Luca di riconsiderare il canone Cosap per l occupazione di suolo pubblico a mezzo di tende solari riguardante i commercianti ."mi rivolgo al nostro sindaco pregandolo di evitare a tutti i commercianti, che già versano in una condizione di difficoltà ,l incomprensibile tributo dovuto alle tende solari . Dato che non viene sottratta in alcun modo superficie pubblica da tali tende che anzi forniscono un riparo da pioggia e caldo ,spero vivamente che questa ulteriore tassa possa non venire applicata confidando nella volontà del sindaco di non mettere in difficoltà queste persone che portano avanti la propria attività con sacrifici e in un momento notoriamente difficile .non é mia volontà fare o creare polemiche in merito però sento il dovere di portare la solidarietà del nostro gruppo a queste persone .credo signor sindaco che questa sia una tassa ingiusta e pur essendo contrario le riconosco la capacità di voler aiutare Santa Teresa .a questo suo amore verso il nostro paese faccio appello , e le chiedo ancora una volta vivamente di rinunciare a questa inaccettabile e intollerabile tassa .chiedo anche alla minoranza che ci rappresenta in consiglio di unirsi a questo appello e spero prenda una posizione netta al riguardo" fonte: Gazzetta Jonica

___________________________________________________________________________________________.

S.Teresa. A Porto Salvo "piange" la statua del Bambinello Gesù?.

Da qualche giorno nel popoloso quartiere Porto Salvo si grida al miracolo. Alcuni fedeli che frequentano la parrocchia dedicata alla Madonna che dà il nome al borgo santateresino, hanno sgranato gli occhi alla vista di una evidente lacrima di colore scuro che riga la guancia sinistra del Bambinello Gesù in braccio alla Vergine Maria, icona ubicata all’interno di una teca di vetro posta di fronte alla chiesa. La Lacrimazione del Bambinello ha suscitato immediato stupore tra la gente e la notizia si è sparsa nel paese a macchia d’olio fino ad arrivare alle orecchie del parroco Don Roberto Romeo che ha evitato di commentare l’accaduto per evitare qualsiasi strumentalizzazione.  Persone a lui vicine, però, ipotizzano che la causa della lacrimazione della sacra statua potrebbe essere la pittura scioltasi sotto l’effetto della calura di questi ultimi giorni. La spiegazione non avrebbe convinto tutti giacchè negli ultimi giorni l’icona della Madonna e del Bambinello “piangente” è divenuta meta di un pellegrinaggio che cresce di giorno in giorno. Tutti i particolari domani sul quotidiano La Sicilia. fonte: jonionotizie

_____________________________________________________________________________________________

Appuntamento a Casalvecchio Siculo: la Passione vivente di Cristo

Casalvecchio – Nell’incantevole scenario del centro storico della cittadina collinare, sarà rappresentata, domenica 13 aprile (inizio ore 19.00), la prima edizione della Passione vivente di Cristo. La manifestazione religiosa, organizzata dal parroco don Agostino Giacalone con il supporto della Pro loco, delle Confraternite ed il patrocinio dell’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Marco Saetti, avrà come teatro alcune viuzze e qualche sacrato delle chiese del borgo medioevale. Tra gli interpreti lo stesso arciprete don Agostino che impersona Gesù, giovani, donne ed anziani della parrocchia di S. Onofrio Anacoreta. Casalvecchio, per una sera, si trasformerà come la Gerusalemme di un paio di millenni addietro con Gesù che sotto il peso della Croce, attraverserà le antiche e caratteristiche stradine dell’antico borgo, mentre le scene più importanti saranno rappresentate nei luoghi di maggiore attrazione storico – artistico e monumentale. Dopo la seconda edizione della rappresentazione del “Presepe vivente” , il centro storico collinare della valle d’Agrò, cerca di far rivivere ai tanti fedeli e visitatori, quel suggestivo clima che solo lo scenario del borgo medioevale, contestualmente ai tanti personaggi, può far rifiorire malgrado il doloroso epilogo del Calvario. Oltre alla rappresentazione vivente di Gesù, l’antico borgo sarà un punto di riferimento importante pure per la Settimana Santa, dove funzioni, riti e tradizioni s’intrecciano anche con delle rappresentazioni storiche come “ ’a cerca” (inizio ore 24.00 chiesa S.Teodoro) della notte del giovedì Santo, dove i confrati delle due Confraternite (S.Teodoro e SS. Annunziata) recitano un’antica devota preghiera che affonda le radici a molti secoli addietro. I Sepolcri e la processione delle Varette del venerdì Santo, fanno evidenziare il notevole impegno profuso dai fedeli casalvetini verso la Pasqua. fonte: Gazzetta Jonica

 

 

70 sindaci firmano pro Nino Bartolotta

Settanta sindaci della Provincia hanno inviato una lettera al presidente della Regione esprimendo il loro sostegno all’Assessore Antonino Bartolotta del quale chiedono la riconferma nella giunta regionale. “Considerato che i Sindaci sono la prima e diretta espressione del popolo siciliano, non può rimanere inascoltato l’appello che oggi lanciamo al Presidente Crocetta”. Tra i firmatari Fabio Di Cara Sindaco Forza d'Agrò, Alessandro Costa Sindaco Letojanni, Maria Teresa Collica Sindaco Barcellona Pozzo di Gotto, Carmelo Pino Sindaco Milazzo, Nino di Stefano Sindaco RoccavaldinaNino Romanzo Consigliere Regionale Anci. Anche il vice coordinatore provinciale dei Democratici riformisti, Giammarco Lombardo, ha avuto espressioni di apprezzamento per il lavoro svolto da Bartolotta: “Un grazie sentito va a Nino Bartolotta per il suo importante contributo alla riviera jonica durante la sua permanenza in giunta”. Questo, invece, il testo integrale della lettera – appello inviata a Crocetta. “In queste ultime settimane, abbiamo dovuto assistere, inermi, allo spettacolo non proprio edificante che alcune forze politiche che sostengono la sua maggioranza hanno messo in scena, mostrando all'esterno ed alla cittadinanza già stremata dalla crisi economica e sociale, pubblico ormai disgustato, uno spettacolo vecchio e immorale. Caselle da riempire, poltrone da occupare, potere da ostentare. La Sicilia ha bisogno di altro. Signor Presidente, la Sicilia deve essere riportata al livello che la sua storia, la sua cultura, la sua bellezza meritano. Le chiediamo di resistere ancora una volta agli attacchi di chi Le chiede di cambiare tutto perchè alla fine non cambi proprio un bel niente e di considerare il mantenimento di un assessore dalla Provincia di Messina non un mero fatto di campanile ma una scelta in grado di facilitare quella partecipazione ampia e quel dialogo continuo che sono indispensabili ad attuare le riforme strutturali che Lei ha già messo in cantiere, rinsaldando ulteriormente il legame tra Lei e il suo governo da una parte e il popolo del territorio che più di tutti ha contribuito alla sua elezione con un consenso riconducibile non solo ai partiti ma anche a noi sindaci! Scegliere di confermare in Giunta Regionale Nino Bartolotta, conoscitore del territorio, già sindaco di Savoca e coordinatore provinciale Anci, il quale riteniamo abbia ben operato, ottenendo risultati importanti per la città di Messina e per tutta la Provincia, lavorando con sobrietà ed ascoltando le istanze del territorio tutto per sottoporle alla Sua attenzione, significa davvero superare le logiche del passato e continuare a realizzare quella stagione nuova di cui la nostra Sicilia, i nostri Comuni, la nostra gente ha bisogno. E' per questo che, fiduciosi ancora una volta che Lei Signor Presidente abbia la forza per andare avanti nell'esclusivo interesse dei Siciliani e per far sì che i Partiti collaborino al processo di rinnovamento e sviluppo della nostra Regione e non, viceversa, lo ostacolino, Le chiediamo di farsi garante di mantenere forte e autorevole la presenza e la rappresentanza della Provincia di Messina nella sua giunta di governo”. fonte: Gazzetta Jonica

_____________________________________________________________________________________________

__________________________________________________________

S.Teresa: Terza lacrimazione stanotte del Bambinello di Porto Salvo

SANTA TERESA DI RIVA – Terza lacrimazione stanotte della statua del bambinello di Porto Salvo. Se ne sono accorti questa mattina i primi fedeli che si sono recati in chiesa per la messa delle Palme ed hanno dato un’occhiata alla madonna con il suo bambinello. Sempre sulla guancia sinistra e sotto l’occhio c’era una chiazza rossa che la sera prima non c’era. Lo ha confermato anche il parroco don Roberto Romeo che intervistato da una Tv di Capo d’Orlando (onda tv) ha confermato la circostanza. Il parroco parla di “effusione”, ci va cauto, così come cauta è la Curia. Naturalmente questa nuova “lacrimazione” ha rafforzato nei fedeli il convincimento che si tratti di “miracolo”. La prima lacrima è stata notata dal parroco sul volto del bambino lunedì 31 marzo e subito asciugata dallo stesso parroco che – come egli stesso ha dichiarato - non vi ha attribuito alcun valore trascendentale”. Ma tre giorni dopo, il 3 aprile, il fenomeno si è ripetuto. A quel punto la Curia ha disposto che non venisse toccato nulla ed ha avviato le indagini che il caso richiede. Il 10 aprile un perito chimico su disposizione di padre Romeo, appositamente delegato dalla Curia, è stato prelevato un campione del liquido che scorre sulla guancia del bambinello di Porto Salvo. Ieri notte la nuova lacrimazione. fonte Gazzetta Jonica

__________________________________________________________

Scifì, il referendum si farà. Respinto dal Cga il ricorso del comune

FORZA D’AGRO’ – Il referendum per la separazione di Scifì da Forza D’Agrò e la sua aggregazione a Sant’Alessio si farà. Il Cga ha respinto il ricorso presentato dal comune di Forza D’Agrò che lamentava, tra l’altro, l’insufficiente numero dei sottoscrittori della petizione del Comitato Pro Scifì che aveva proposto il referendum, ed ha confermato la sentenza del Tar di Catania che riformava il decreto dell’assessorato regionale per le autonomie locali che aveva escluso dalla consultazione referendaria gli elettori di Sant’Alessio, ossia del comune che dovrebbe “ricevere” la frazione di Scifì. “Le censure addotte dal comune di Forza D’Agrò – scrive il presidente del Cga, Marco Lipari, nella sua ordinanza - non si prestano ad una prognosi di esito favorevole, tenuto anche conto della possibilità di variazioni della popolazione tra le date di presentazione della richiesta di scorporo (2008) e di adozione del provvedimento che autorizza la consultazione referendaria (2013), e che il provvedimento gravato prevede la consultazione dell’intera popolazione del Comune di Forza d’Agrò”. Il referendum, quindi, si farà, ma con il coinvolgimento anche degli elettori di Sant’Alessio così come aveva deciso il Tar di Catania con l’ordinanza del 16 gennaio che aveva accolto il ricorso del “Comitato Pro Scifì” del comitato “S.Alessio e Scifì uniti” e del Comune di Forza D’Agrò che chiedevano l’estensione della consultazione anche agli elettori di Sant’Alessio. La palla passa all’assessorato regionale che dovrà recepire l’ordinanza del tribunale amministrativo, modificare il decreto dell’11 settembre 2013 ed emetterne uno nuovo che autorizzi la consultazione referendaria con coinvolgimento sia degli elettori di Forza D’Agrò e Scifì che di quelli di Sant’Alessio. fonte: Gazzetta Jonica

___________________________________________________

Furci Siculo, saranno riprese le sedute del consiglio comunale

Furci Siculo - La società “ Ines Data” con sede a Santa Teresa di Riva continuerà ad occuparsi della manutenzione ed aggiornamento del sito istituzionale del comune. Infatti, con apposito atto, il responsabile dell’area amministrativa e istituzionale, Antonietta Interdonato, ha impegnato la somma di 3 mila e 600 più Iva per la copertura del servizio sino al prossimo mese di dicembre. Oltre a svolgere la manutenzione amministrativa, la ditta incaricata creerà dodici caselle di posta elettronica certificata (PEC) per tutti i componenti della giunta e del consiglio comunale. Il sito istituzionale del comune al momento è aggiornato con puntualità da due impiegati comunali che con cadenza giornaliera inseriscono all’interno dell’albo pretorio on line, determine, ordinanze, concessioni edilizie, delibere di giunta ecc. In più da qualche mese oltre ad essere migliorata la grafica, il presidente del consiglio comunale Gianluca Di Bella, ha dato incarico ad un dipendente comunale di riprendere le sedute del civico consesso. Il video integrale subito dopo viene pubblicato sul sito ufficiale. “ Credo che pubblicare le sedute del consiglio comunale – ha dichiarato il presidente Gianluca Di Bella – è un segno di apertura verso tutta la cittadinanza in modo che chi è impossibilitato a venire materialmente ad assistere alle sedute del consiglio comunale, potrà farlo tranquillamente da casa, e tutto questo a costo zero per l’Ente.” fonte: Gazzetta Jonica

____________________________________________________________________________________________

__________________________________________________________

S.Teresa di Riva, corso per pasticciere

S.Teresa di Riva - Cresce il numero degli adulti italiani e migranti che si scrivono ai corsi serali del Centro Territoriale Permanente n 7 ,presso l’Istituto Comprensivo di Santa Teresa di Riva ,diretto dalla dott.ssa Enza Interdonato Adesso si è appena concluso il Corso di Pasticceria di 50 ore iniziato lo scorso 4 febbraio. L’esperto ,lo chef pasticciere Daniele Cingari , ha messo a disposizione la sua arte per trasmettere ai partecipanti le più disparate tecniche dolciarie : dalla realizzazione di biscotti ,torte, pasta frolla ,pasta sfoglia, pan di spagna, creme ,bignè passando per i segreti della cioccolateria e la modellazione di fiori ispirati al design contemporaneo. Il corso è stato progettato per avvicinare giovani e adulti all'arte pasticciera per promuovere la creatività e lo spirito imprenditoriale secondo la richiesta delle competenze chiave indicate dall’Unione Europea. A tale scopo la referente del C.T.P. , prof.ssa Maria Antonietta Alì ,in occasione del monitoraggio finale, ha indicato un possibile percorso di una micro impresa per la produzione e per la vendita di dolci fatti in casa. Per verificarne la fattibilità ha rimandando ad una normativa europea poco conosciuta ,il Regolamento Comunitario 852 / 2004. Nella serata conclusiva che si è tenuta il 1 aprile,i corsisti hanno sottoposto al giudizio di una commissione presieduta dal Dirigente Scolastico , un prodotto di pasticceria di loro creazione,una sorta di test valutativo dell’intero percorso effettuato. Altri componenti della giuria sono stati: la l'insegnante Letizia Muscolino, il Prof. Nino Altadonna ,il prof.Salvatore Patanè il prof. Nino Palella e la prof.ssa Maria Antonietta Ali’. Si è così assistito alla sfilata di: Torte Bavaresi, Saint Honoré, Semifreddi, Crostate, Muffin, Biscotti occhi di bue, Cassate, Delizia alle Mandorle, Bignè al pistacchio, Cioccolatini ripieni, Pasta frolla .Tutti i dolci, di grande impatto estetico , hanno deliziato il palato della commissione. La giuria ha assegnato il primo posto alla signora Ela Karpinska, cittadina polacca residente a Santa Teresa Di Riva, con la sua” Delizia di Mandorle”, una torta con pan di spagna e pasta frolla farcita con marmellata all'arancia. Le opportunità formative del C.T.P. consentono ,a coloro che hanno compiuto 16 anni di età,di conseguire il diploma di scuola secondaria di primo grado(ex licenza media), la certificazione dell’italiano come lingua straniera C.I.L.S in convenzione con l’università di Siena ,la patente europea per il computer ECDL ,crediti e competenze per la partecipazione ai PON,ai corsi di lingua inglese, tedesca, russa ,ai corsi base di informatica ,di pittura ,di fotografia,di taglio e cucito ,di ricamo ,di decoupage ecc L'esperienza ha evidenziato il grande patrimonio di risorse umane didattiche che negli anni sono state investite nell'educazione degli adulti lungo tutto l'arco della vita e la concezione della life long Learning. Sono aperte le iscrizioni per il prossimo anno scolastico Per informazioni:0942701284 Sito web: www.istcsantateresadiriva.it e-mail: meic88900b@istruzione.it prof.ssa MARIA ANTONIETTA ALI’ referente del C.T.P. N.7

fonte: Gazzetta Jonica

_____________________________________________________________________________________________

S.Teresa, lacrima del Bambino Gesù. Prelevati alcuni campioni

S.Teresa di Riva – Il dott. Elio Inzirillo dell’Università di Catania questa mattina ha prelevato alcuni campioni della lacrima che ha solcato il volto del Bambino Gesù, nella chiesa di Porto salvo a S.Teresa di Riva. Presenti anche mons. Lupò, padre Romeo, padre Gerry, il vice sindaco del comune di S.Teresa, il comandante dei vigili Mangiò e il comandante dei carabinieri Maurizio la Monica. Tante gente ha assistito al prelievo di questi campioni per l’esame molecolare della lacrima, ormai indurita. Tra un mese di saprà l’esito degli esami. Per molti si tratta di un miracolo, altri la lacrima è la risultante della saturazione e del caldo che si sono cerati nell’icona.

fonte: Gazzetta Jonica

__________________________________________________________

Modello 730/2014, tante le novità. Maggiori detrazioni figli e bonus mobili

Si inizia nuovamente a parlare di dichiarazioni dei redditi, quindi pure di 730. Tra le novità più rilevanti del modello dichiarativo, relativo ai redditi 2013, spicca in primo luogo l’ampliamento dei destinatari. A partire da quest’anno, i lavoratori dipendenti che non hanno più un sostituto d’imposta, come quelli che hanno cessato il rapporto di lavoro senza trovare un nuovo impiego, possono presentare il Modello 730 a un Caf o a un professionista abilitato. In tal modo, a partire da maggio, 2014, il contribuente potrà pagare l’importo dovuto, oppure in caso di credito, li sarà rimborsato in pochi mesi direttamente sul conto corrente dall’amministrazione finanziaria. Corposo il capitolo detrazioni previste quest’anno: innanzitutto cambiano le detrazioni per i figli a carico e le agevolazioni fiscali per ogni figlio passano da 800 euro a 950 euro, se i figli hanno meno di 3 anni, invece, le detrazioni passano da 900 euro a 1220 euro. Le deducibilità aggiuntiva per ogni figlio disabile a carico passa da 220 a 400 euro. Nel campo delle detrazioni fiscali, si potranno inserire le detrazioni fiscali connesse a lavori di ristrutturazione edilizia o acquisto di mobili e elettrodomestici. Le detrazioni sono del 50% per tutte le spese sostenute anche dopo il 6 giugno 2013 che era la data di fine prima della proroga. Da ricordare che per accedervi è necessario che l'acquisto di mobili ed elettrodomestici presenti due requisiti:1) devono essere di classe almeno A+ ("A" per i forni);2) devono essere contestuali a lavori di ristrutturazione precedentemente avviati.Invece i contribuenti che nel periodo che va dal 4 agosto 2014 al 31 dicembre 2013 hanno sostenuto spese di ristrutturazione in vista dell'adottamento di misure anti-sismiche possono ottenere detrazioni del 65% nel Modello 730 per l'anno 2014. L'ammontare massimo della spesa non deve superare i 96.000 euro.Altre novità riguardano:per i fabbricati concessi in locazione, è stata ridotta dal 15% al 5% la deduzione forfetaria del canone di locazione, prevista in assenza dell’opzione per il regime della cedolare secca;per i premi di assicurazione sulla vita e contro gli infortuni (righi da E8 a E12, codice 12), l’importo complessivo massimo sul quale calcolare la detrazione del 19% è sceso a 630 euro (sino allo scorso anno era pari a 1.291 euro).dal modello di quest’anno è possibile utilizzare il credito che risulta dalla dichiarazione, in compensazione nel modello F24, per pagare non solo l’IMU dovuta per l’anno 2014, ma anche le altre imposte non comprese nel modello 730 (ad esempio la TARES) che possono essere versate con il modello F24;è stata introdotta una detrazione d’imposta del 19% per le erogazioni liberali in denaro in favore del Fondo per l’ammortamento dei titoli di Stato (righi da E8 a E12, codice 35); le detrazioni relative alle erogazioni liberali a favore delle ONLUS e alle erogazioni liberali a favore di partiti e movimenti politici sono state elevate dal 19% al 24% (righi da E8 a E12, codici 41 e 42).Due le scadenze da ricordare: il 30 aprile 2014 e il 31 maggio. Entro queste date, infatti, il modello dichiarativo dovrà essere presentato al proprio datore di lavoro o ente pensionistico, mentre il 31 maggio ad un qualsiasi centro Caf. fonte: Gazzetta Jonica

_____________________________________________________________________________________________

Lezioni di archeologia agli scavi di Scifì e presso l'Abbazia

FORZA D’AGRO’– In attesa dell’esito dell’incontro che si svolgerà in prefettura tra Comune, Università e Soprintendenza che potrebbe rilanciare una campagna di scavi per il sito archeologico di Scifì, gli studenti delle quarte classi ginnasiali del liceo “Caminiti – Trimarchi” di Santa Teresa di Riva (sezioni A e B) diretto da Maria Carmela Lipari, hanno visitato il sito di Scifì e l’Abbazia di S.Pietro, dove hanno tenuto un laboratorio didattico di archeologia, grazie all’iniziativa del Dipartimento lettere del liceo classico, e la sede comprensoriale dell’Archeoclub area jonica. L’attività di studio ha lo scopo di far riscoprire la presenza di elementi e di evidenze della cultura greca sul territorio locale. Circa quaranta allievi, assistiti dalle prof.sse Maria Belardi, Giuseppina Pitini e Raffaella Villari, hanno partecipato alla giornata di studio che ha visto come primo appuntamento la visita al sito archeologico di Scifì (Forza d’Agrò) dove nel 1987 grazie all’intuizione dello storico locale prof. Giuseppe Lombardo, sono venuti alla luce i resti di una struttura di età imperiale a cui si sono sovrapposte nel tempo, dopo essere stata abbandonata o distrutta, strutture di periodi successivi. L ‘esperto archeologo, il dott. Dino Alberto Rapisarda, ( tra l’altro un ex studente del Liceo Classico), ha guidato i ragazzi alla scoperta di questo sito, probabilmente un’antica fattoria rurale o addirittura una “statio”, una stazione di sosta collocata in un tratto della Val d’Agrò, che nel paesaggio impervio della costa jonica rappresentava una fondamentale via di penetrazione verso l’interno e di collegamento con il versante tirrenico. La “passeggiata” archeologica si è inoltre arricchita della visita a quello che è concordemente ritenuto il luogo più significativo della Valle, l’Abbazia dei SS.Pietro e Paolo, un vero e proprio gioiello dell’architettura arabo-normanna incastonato nel verde della campagna della sponda sinistra del torrente D’Agrò. Qui il presidente della sede comprensoriale Archeoclub area ionica arch. Domenico Costa ed il dott. Diego Cavallaro della Soprintendenza ai Beni Culturali di Messina, hanno spiegato l’evoluzione storica ed architettonica del monumento arabo normanno del 1172. L'iniziativa è stata curata dal Dipartimento di Lettere del diennio del Liceo Classico e costituisce, nell’ambito del Laboratorio di Archeologia, il quarto appuntamento di una serie di eventi, organizzati dalla scuola, volti a far riscoprire la presenza della cultura greca sul territorio locale e alla valorizzazione dei tesori artistici del nostro territorio. fonte: Gazzetta Jonica

_____________________________________________________________________________________________

Lavoro per due persone. Una ditta di Messina cerca giovani del posto

Messina – Una nuova ditta di Messina cerca due persone da avviare al lavoro, dopo un corso in azienda. La zona interessata per lavorare è da Scaletta Zanclea a S.Alessio Siculo. Le persone interessate dovranno essere in possesso di mezzo proprio ed avere facilità di parola. Per informazioni, telefonare in ditta e prendere appuntamento per un colloquio. I prescelti faranno un corso di preparazione. Mettersi in contatto con la segreteria, telefonando al n. 090 692508.Non sappiamo di cosa si tratta. Ci hanno telefonato per questa cortesia e noi ci siamo adoperati, vista la crisi occupazionale, soprattutto tra i giovani. E poi telefonare e prendere un appuntamento non costa niente. fonte: Gazzetta Jonica

_____________________________________________________________________________________________

ARCIPRETURA DI LIMINA - PARROCCHIA S. SEBASTIANO

FESTEGGIAMENTI IN PROGRAMMA anno 2014

copyright www.telecasamia.it

email: telecasamia@alice.it

VISITATORI n°contatori visite

aggiornato a SABATO 19 APRILE 2014

 

San Sebastiano 2012

Festa di S. Filippo 2012

ARCHIVIO Fotografico

Ciranno News

Foto e Video

Ciranno News2

Foto OTTAVA 2012

Max ARCHIVIO